Maison Margiela la sfilata co-ed autunno inverno 2023-24 alla Paris Fashion Week

La narrazione che si fa collezione co-ed Donna e Uomo: per l’autunno inverno 2023-24, John Galliano per Maison Margiela immagina la prosecuzione della storia che ha raccontato in Cinema Inferno, la performance con cui ha presentato la Collezione Margiela Artisanal 2022, ed immagina i vestiti e i comportamenti che potrebbe avere il frutto dell’amore dei protagonisti, Count and Hen. E nasce, con le sue parole, «un’impollinazione incrociata incarnata dallo spirito contemporaneo di giovani ribelli con una coscienza».

image (2880×3600)image (2880×3600)

A fare da set di questa narrazione disincantata ma propositiva, è la nuova sede di Maison Margiela in un palazzo di Place des Etas Unis, proprio di fronte all’Hotel Particulier dii Madame de Noaille che oggi è la sede di Maison Baccarat, cristalleria per re e imperatori. Quindi, lasciata la sede storica del Convento di rue Saint Maur nell’11esimo Arrondisement, dove chi entrava trovava una roulotte ad accoglierlo, la nuova sede è un set cinematografico reale con ambientazioni alla Stanley Kubrick, anche molto coerente con la storia della collezione che, idealmente, è la prosecuzione di quella dei personaggi di Cinema Inferno presentata al Palais de Chaillot un anno fa.

image (2880×3600)image (2880×3600)

Quindi, quei vestiti ora sono in possesso di una nuova generazione che li «scortica» letteralmente utilizzando la tecnica, cara a Galliano, del décortiqué, quella che taglia un capo fino al suo nucleo strutturale. E infatti le giacche e i cappotti sono visti sia nella dimensione di inside/out sia in quella del back/front. E tutto acquisisce una coerenza in una fusione genetica tra il fatto a mano di una collezione di couture com’era Artisanal 2022 e questa che è una prêt-à-porter Co-Ed per il prossimo inverno.

STYLE MAGAZINE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.