Il «matrimonio musicale» dei Maneskin per celebrare l’uscita del nuovo album “Rush!”

I Maneskin pronunciano il fatidico «» a palazzo Brancaccio a Roma per celebrare l’uscita del nuovo album Rush! (disponibile da oggi, venerdì 20 gennaio). DamianoVittoriaThomas ed Ethan vestiti di bianco, ognuno con un mazzo di fiori rossi, hanno attraversato la “navata” del teatro e raggiungo “l’altare” molto scenografico con grossi candelabri e fiori rossi dove ad aspettarli c’era l’ex direttore di Gucci, Alessandro Michele, che ha officiato il «primo matrimonio poligamo di tutti i tempi». Dopo il video postato sui profili della band nei giorni scorsi, nel quale Thomas suonava la marcia nuziale sui tetti di Roma erano iniziate le supposizioni su cosa avessero in cantiere i quattro ragazzi. Detto, fatto:  i quattro ragazzi si sono giurati unione (non così sacra) eterna nel nome del rock and roll. «È un rito pagano con il quale giuriamo fedeltà a noi stessi e ai nostri fan. È successo tutto velocemente: vogliamo celebrare la nostra musica e il nostro amore nel nome del rock», hanno spiegato. Per l’inusuale cerimonia – targata Spotify – sono arrivati, tra gli altri, Baz Luhrmann, Fedez, Manuel Agnelli, Machine Gun Kelly. Hanno presenziato Dybala, Sabrina Impacciatore, Paolo Sorrentino, Fletcher Donohue, Benedetta Porcaroli, Cathy La Torre, Floria Sigismondi. Prodotto principalmente da Fabrizio Ferraguzzo e Max Martin, il nuovo album è stato registrato in giro per il mondo tra Los Angeles, Tokyo e Italia, in case studio. E allora non ci resta che dire: «Vissero tutti (e quattro) felici e contenti».

OPEN

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.