Davanti all’obiettivo di David Sims, il Direttore Creativo ha chiamato a raccolta David Cronenberg, Pedro Almodovàr, Jim Ramush ed Abel Ferrara, ritratti dal fotografo con stile bianco e nero tipico dell’iconografia della maison. Esemplificativo il titolo dello shooting: “Director’s cut”: cinema e la moda non sono mai stati così vicini.

Da Cronenberg ad Almodovàr: la moda è cinema, il cinema è moda

Non esistono aggettivi in natura per poter descrivere l’enorme contributo che i quattro registi hanno donato alla settima arte, proponendo attraverso la propria cifra stilistica un’estetica visionaria oltre che una indagine rivoluzionaria e storica. David Cronenberg ha condotto una personale ricerca sul senso del corpo e della carne (prima in senso materiale, poi in senso più psicologico per poi fonderli entrambi nel recente cult “Crimes of the future”), diventando nel tempo il principale punto di riferimento del body horror. Almodovàr ha invece stregato gli spettatori tramite un occhio incentrato sul dramma contemporaneo, proponendo storie diverse di struggente bellezza (l’ultima in tal senso, è stato l’acclamato “Madres Paralelas”).

Primavera 2023 Yves Saint Laurent Life&People MagazineJim Jarmush si è sempre interessato invece alle connotazioni sociali, utilizzando spesso anche il filtro dell’ironia e della satira (prendiamo ad esempio “I morti non muoiono”) per poter veicolare al meglio il proprio messaggio. Religione, amore e violenza sono invece i temi cardine della filmografia di Ferrara, ben sintetizzati in produzioni come  “The Addiction” o “L’angelo della vendetta”. Ma Cosa accomuna questi quattro giganti? Senza dubbio, l’amore per il noir, per la sensualità e per il desiderio ribelle. elementi che rispecchiano a pieno l’estetica e poetica di Yves Saint Laurent, marchio che si è distinto dalla massa proprio grazie a questi tre macro-elementi.

Un connubio che non si esaurirà mai

Proseguono dunque le influenze cinematografiche di Vaccarello che, soltanto in tempi recenti, ha prodotto un cortometraggio western girato proprio da Almodovar che ha curato la ri-edizione del libro “Sex” di Madonna durante l’Art Basel 2022 di Miami. A questo si aggiunge un interesse della fashion industry verso il grande schermo sempre più grande, soprattutto dopo quanto fatto da Prada per la collezione Autunno-Inverno 2022, quando ha chiamato in passarella attori di grandissima presa come Jeff Goldblum e Kyle MacLachlan.

Primavera 2023 Yves Saint Laurent Life&People MagazineIl fulcro della campagna Primavera 2023 di Yves Saint Laurent sta tutto nel concept: per una volta infatti il creative director ha voluto mostrare cosa si cela dietro la macchina da presa, omaggiando allo stesso tempo non solo quattro pilastri della cinematografia moderna e contemporanea ma allo stesso tempo anche la sua ispirazione primigenia, ritornando ai tempi della sua formazione di Anversa dove il cinema era il fulcro della sua influenza creativa.

Sguardi impenetrabili e camera fissa: tutta l’eleganza Yves Saint Laurent negli scatti di Sims

Nel video della campagna, curata ovviamente dallo stesso Sims, i quattro registi eseguono dei movimenti statici ma fortemente caratteristici. Almodovàr guarda fisso in camera con sguardo glaciale indossando un capospalla nero e degli occhiali neri spessi sulle note della colonna sonora di uno dei suoi capolavori, “Habla con Ella”.

Primavera 2023 Yves Saint Laurent Life&People MagazineJarmusch con una giacca a doppio petto incide alcune scritte sulla superficie di una scrivana scura con una spilla da balia; Ferrara in total black si lascia andare in contorsioni facciali fortemente espressive. Cronenberg, elegantissimo, si pone in modo statuario bucando l’obiettivo in profondità facendo trasparire l’unico frammento di bianco della sua mise, ovvero la camicia, lasciando trasparire tutta la potenza e tutto il fascino che solo chi è dotato di una mente fuori dal comune può essere in grado di suscitare.