Louis Vuitton, la sfilata Primavera/Estate 2023 e l’omaggio di Kendrick Lamar a Virgil Abloh

Tutto è pronto per la prima sfilata menswear realizzata interamente senza la direzione creativa Virgil Abloh, ma nell’aria si respira ancora la forte impronta del designer statunitense e fondatore del marchio Off-White. Sinuosa e imponente, una pista da biglie in scala urbana, si anima di biglie targate con il marchio del gruppo LVMH e sbandieratori in uniforme che percorrono interamente la passerella introducendo gli spettatori nell’universo Vuitton. A scandire l’uscita dei look della collezione uomo primavera estate 2023, una live perfomance del rapper statunitense Kendrick Lamar, che indossa una corona spinata argentata ed è affiancato dalla top model Naomi Campbel. 

image (3840×2560)

Prima viene svelata la raffinatezza della sartorialità con suits e cappotti dal piglio creativo, poi l’ondata streetwear con giacche di pelle dall’attitude sportiva e overshirt che ricordano le varsity jackets. Una palette da climax: si parte con una serie di look pastellati e insaturi per poi passare ad audaci cromatismi e un trionfo di grafiche. I codici maschili della maison, incontrano l’aspetto playful tanto amato da Virgil. Un’infanzia fatta di charm colorati che compaiono su gioielli, cinture, tracolle e laccetti, completi da uomo minimali e camicie con orli zig zag, bow ispirati alle divise dell’asilo e furgoni giocattolo che diventano vere e proprie borse. E ancora aeroplanini di carta che omaggiano Virgil Abloh, applicati su suit sartoriali, barchette di carta che diventano cappelli in pelle indossabili e borse origami trasporate a mano.

image (2732×4098)image (2732×4098)

Nella collezione uomo primavera estate 2023 di Louis Vuitton, casse e altoparlanti diventano propos trasportabili, i completi maschili vengono addornati con patch e applicazioni pendenti ispirati all’universo childish mentre i riferimenti alla street art, vengono restituiti su montoni con tasche teddy tridimensionali. Il denim viene portato all’ennesima potenza e compare con una versione monogrammata, sfrangiata e candeggiata. E infine completi tailored dégradé tempestati di ricami e fantasie floreali.

image (2732×4098)image (2732×4098)

Tra gli ospiti della sfilata oltre Bernard Arnault, Hélène Marcier, i figli, Antoine e Alexandre Arnault e Delphine Delphine, Nicolas Ghesquière, Michael Burke e Justin Timberlake insieme a Jessica Biel. E sulle note di Count on me”, Kendrick Lamar omaggia il direttore creativo scomparso lo scorso novembre con poche parole intonate con cadenza: “Long Live Virgil”. Un dolce ricordo al maestro dello streetwear che ha lasciato una chiaro segno al fashion system.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Categorie