“STRAVAGANZE IMPERIALI”: LE GROTTE DI CATULLO SI ACCENDONO CON DAVID LACHAPELLE, A SIRMIONE DAL 2 GIUGNO AL 30 LUGLIO

Brescia – Durante il Rinascimento divennero famose con il nome di Grotte di Catullo, in omaggio al poeta che oltre duemila anni fa cantava già le bellezze di Sirmione. In realtà quelle rovine incastonate nell’incanto del Lago di Garda sono i resti di una delle più lussuose ville romane dell’Italia settentrionale, di cui si innamorarono il grande Andrea Palladio, Isabella d’Este e viaggiatori illustri di ogni provenienza. Oggi il fascino di questo sito straordinario e si rinnova nel progetto Stravaganze Imperiali, spettacolare allestimento estivo basato sull’incontro tra antico e contemporaneo. Dal 2 giugno al 30 luglio, otto grandi installazioni accenderanno di luce gli spazi monumentali delle Grotte di Catullo, invitando il pubblico a riscoprirne la magia.


Stravaganze Imperiali I Courtesy 24 Ore Cultura

Curato dall’artista brasiliana Vera Uberti su iniziativa di MAI Museum, il percorso si annuncia ricco di emozioni: un’esperienza immersiva pensata per coinvolgere i cinque sensi con luci, suoni, gusto e profumi, nel panorama mozzafiato di uno sperone di roccia proteso sull’acqua e coperto di alberi secolari. Guest star della mostra sarà David LaChapelle con un imponente trittico da ammirare nella cosiddetta Navata Centrale: celebri fotografie dell’artista saranno proiettate sulle pareti in rovina, come se fossero lì dall’epoca di Augusto.


Stravaganze Imperiali, Il Trittico di David LaChapelle nella Navata Centrale della Villa I Courtesy 24 Ore Cultura 

Un tunnel di luce introdurrà il Campo degli Ulivi, dove sfere giganti evocano i fasti dell’Impero, mentre un serpente di led striscia nel criptoportico sotterraneo, proteggendo la casa come vuole la tradizione. Nella vasca termale vapori variopinti invitano a un bagno di emozioni, per poi guardare lontano e abbracciare il paesaggio del lago da una prospettiva unica.


Stravaganze Imperiali I Courtesy 24 Ore Cultura

I versi di Catullo riecheggiano in installazioni sonore accompagnando il viaggio dei visitatori tra le rovine, mentre nell’Aula dei Giganti un possente ruggito evoca il carisma degli imperatori. E per finire, un tuffo nei sapori dell’antica Roma, tra dolci afrodisiaci, cocktail e vini da degustare sotto gli archi monumentali inondati di luce infuocata.


Stravaganze Imperiali I Courtesy 24 Ore Cultura

“Diamo insieme un futuro al nostro passato”, spiega Daniele Alberti, AD di MAI Museum: “Attraverso la sua attività MAI accende letteralmente le luci su luoghi di interesse storico e paesaggistico, presentandoli al pubblico in maniera inedita e magica. La forza della progettazione risiede nella valorizzazione di tutti gli aspetti del territorio, dall’ambiente alla cultura, dalle abitudini alla gastronomia, dalle attività che lo animano alle persone che lo vivono. Attraverso il linguaggio dell’arte MAI crea qualcosa di nuovo in cui tutti sono protagonisti e concorrono a raccontare una nuova storia”.


Stravaganze Imperiali I Courtesy 24 Ore Cultura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Categorie