Dries Van Noten lancia una collezione di profumi e rossetti

Il designer belga lancia ora una collezione di profumi e di rossetti, in quello che è solo l’inizio dell’ingresso nel mondo del beauty, atteso dal 2018, quando Puig ha acquisito la quota di maggioranza del brand.

Flaconi e tubetti dei rossetti sono veri oggetti da collezionericaricabili e in materiali riciclabili, che giocano sulla combinazione di materiali contrastanti, come Cannabis Patchouli, in legno e vetro verde cupo, o Rock the Myrrh, in porcellana e vetro color ambra.

image (937×1171)

I 10 profumi, genderless e composti da almeno l’85% di ingredienti naturali, sono opera di 10 dei nasi più interessanti del momento, da Daniela Andrier, cui dobbiamo Untitled di Margiela e che per Puig aveva già immaginato un’infinità di fragranze Prada a Fanny Bal, a Daphné Bugey (creatrice di fragragranze per Penhaligon’s come per L’Artisan Parfumeur e Louboutin, sempre in portfolio Puig).

image (854×979)

Ispirati al giardino della sua casa di Anversa, i 10 profumi sono i primi profumi espressione del brand, perchè Dries Van Noten, la fragranza dedicatagli da Frédéric Malle nelle Editions de Parfums, creata da Bruno Jovanovich, era piuttosto un ritratto olfattivo dedicato al suo immaginario dove il punto di vista era quello di Malle.

image (3000×4000)image (3000×4000)

I rossetti, in astucci composti da due blocchi contrastanti ispirati ai tessuti del designer, ricaricabili, racchiudono 30 nuances in finish diversi, e sono addizionati di olio di rosa canina per un effetto trattante e un plus di confort, la linea arriverà in Italia a maggio.

image (3840×2161)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Categorie