Un artista tedesco ha posizionato un cubo d’oro massiccio circa 181,500 KG del valore di 11,7 milioni di dollari nel mezzo del vivace Central Park di New York

Immagina di fare una passeggiata a Central Park la mattina presto e di imbatterti in un gigantesco cubo dorato dal nulla. Bene, questo è esattamente quello che è successo con i visitatori che sono rimasti perplessi guardando l’installazione unica dell’artista tedesco Niclas Castello nel sito.


Si tratta di un cubo composto da oro zecchino ideato dall’anticonformista tedesco e collocato al Naumburg Bandshell la mattina del 2 febbraio intorno alle 5 del mattino Progettato come una scultura “socle du monde” (base del mondo) per il nostro tempo, ha creato una grafica sbalorditiva, per non dire altro.


Il cubo era composto da 186 chilogrammi di puro oro 24 carati e non sarà messo in vendita. Ha un valore di $ 11,7 milioni, con l’oro utilizzato per la fabbricazione acquistato a $ 1.788 l’oncia. L’opera d’arte è stata dispiegata nel parco con una forte sicurezza ed è stata collocata lì solo per un giorno.


Caratterizzato da pareti spesse 63 millimetri e bordi affilati come rasoi, il Castello Cube (come viene chiamato) è stato descritto nel suo comunicato stampa come un simbolo di stabilità e resistenza. La dichiarazione recita inoltre: “L’oro, un metallo raro e pesante ad alta densità con straordinarie proprietà chimiche e fisiche, ha svolto un ruolo cruciale nella maggior parte delle civiltà avanzate come simbolo di luce simile al sole, la sua incapacità di corrodersi e continuare a trattenere il suo brillante splendore giallo.

Secondo i rapporti, il cubo è stato fuso in una fonderia ad Aarau, in Svizzera, utilizzando un forno fatto a mano appositamente fabbricato per soddisfare lo scopo. Commentandolo, Castello, in una dichiarazione, ha affermato: “[L’opera] è un’opera d’arte concettuale in tutte le sue sfaccettature” e che l’idea era quella di creare qualcosa che è al di là del nostro mondo, che è intangibile”.

Notando in modo simile, la gallerista Lisa Kandlhofer ha inoltre affermato: “Il cubo può essere visto come una sorta di comunicato tra un ecosistema culturale emergente del 21° secolo basato sulle criptovalute e il mondo antico in cui l’oro regnava sovrano”. Il cubo è stato poi esposto a una cena privata a Wall Street mercoledì sera.

Oltre al Cubo, Castello rilascerà anche un NFT chiamato Castello Coin, che sarà messo all’asta il 21 febbraio 2022.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.