Fabergé: Romance to Revolution si terrà al V&A Museum di Londra dal 20 novembre all’8 maggio 2022

Il Victoria and Albert (V&A) Museum ha annunciato di aver acquisito il terzo uovo imperiale Fabergé, perduto da tempo . Sarà esposto alla loro mostra intitolata “Fabergé: Romance to Revolution”.

L’uovo scomparve nel 1964 dopo essere stato venduto a un’asta a New York . In seguito è apparso in un mercatino delle pulci del Midwest nel 2015, trovato da un commerciante di rottami metallici che lo aveva acquistato per il suo valore intrinseco di oro e gemme. In seguito ha contattato Kieran McCarthy dei gioiellieri Wartski dopo aver cercato su Google casualmente l’uovo, che ha confermato che era l’uovo mancante.

Il Terzo Uovo Imperiale sarà esposto insieme alle altre uova Fabergé che un tempo appartenevano ai Romanov. Alcune delle uova in mostra sono l’uovo di pavone e l’uovo del terzo centenario.

uovo di pavone fabergé
Immagine: V&A Museum

L’uovo di pavone sarà in mostra per la prima volta in 10 anni. L’uovo di pavone è un uovo di cristallo di rocca ed è finemente inciso con rocaille e ha un automa pavone smaltato d’oro all’interno dell’uovo.

In mostra per la prima volta anche una coppia di sculture umane, una rarità in quanto si ritiene che Fabergé ne avesse create meno di 50 nella sua vita. Le statue sono delle guardie del corpo private dell’imperatrice vedova e della zarina. Le due statue erano state confiscate e separate dopo la rivoluzione russa del 1917.

Altri punti salienti della mostra includono anche una statuetta dell’amato Caesar terrier dal pelo di volpe di re Edoardo VII, un taccuino regalato dallo zar Nicola II e sua moglie la zarina alla regina Vittoria per il Natale del 1896 e una tiara di acquamarina e diamanti della duchessa di Mecklenberg-Schwerin. 

cesare fabergé
Immagine: V&A Museum

Le uova Fabergé sono una celebre serie di 50 uova di Pasqua Imperiali. Sono stati creati per la famiglia imperiale russa dal 1885 al 1916 quando l’azienda era gestita da Peter Carl Fabergé. Le uova sono legate alla gloria e al tragico destino dell’ultima famiglia Romanov.

Dieci uova furono prodotte dal 1885 al 1893, durante il regno dell’imperatore Alessandro III, e altre 40 furono create durante il regno di suo figlio, Nicola II. Due per ogni anno, uno per sua madre e uno per sua moglie. 

La serie iniziò quando l’imperatore Alessandro III commissionò un uovo di Pasqua a Fabergé come regalo di Pasqua per sua moglie, l’imperatrice Maria Feodorovna.

Le uova saranno esposte nel museo V&A di Londra che aprirà sabato 20 novembre 2021 fino all’8 maggio 2022.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Categorie