Un disegno di Van Gogh mai visto prima va in mostra

Van Gogh Museum di Amsterdam ha aggiunto un’opera d’arte scoperta di recente al catalogo dell’artista. Il pezzo raffigura un uomo curvo in apparente esaurimento. 

L’ annuncio della nuova scoperta è arrivato tramite una conferenza stampa tenuta dal museo. Intitolato “Study for Worn Out”, il pezzo è presumibilmente una precedente interpretazione dello stesso soggetto per l’apprezzata opera d’arte di Van Gogh chiamata “Worn Out “. 

“Study for Worn Out” è stato firmato con un semplice “Vincent” e raffigura un operaio anziano vestito con un panciotto, pantaloni e stivali seduto su una sedia di legno con la testa tra le mani.

Lo schizzo è stato realizzato all’inizio della carriera di Van Gogh nel 1882, quando aveva 29 anni, due anni dopo l’inizio della sua carriera di artista. Il Museo Van Gogh ha verificato l’autenticità del bozzetto. Il disegno si trovava nella collezione privata di una famiglia olandese da circa un secolo.

van gogh sfinito
La versione finale di Worn Out. Immagine: Museo Van Gogh

“Questo non è mai stato visto prima da nessuna parte. È la prima volta che questo disegno esce allo scoperto”, ha affermato Teio Meedendorp, ricercatore senior presso il Van Gogh Museum. Gli esperti hanno datato il disegno approssimativamente alla fine di novembre 1882, nel periodo in cui Van Gogh viveva all’Aia.

Ha usato una spessa matita da falegname e ha fatto lo schizzo su carta da acquerello ruvida. Van Gogh ha terminato il disegno strofinando palline di pane sulle parti più chiare dei vestiti del soggetto, quindi ha ricoperto il disegno con un fissativo a base di latte e acqua. L’intero foglio misura 48,8 cm per 30 cm. 

Il bozzetto è ora in mostra insieme a “Worn Out” al Van Gogh Museum fino al 2 gennaio dove tornerà nella collezione privata. 

Questo pezzo di Van Gogh non è l’unica scoperta sbalorditiva fatta negli ultimi tempi. Solo una settimana fa, non troppo lontano dai Paesi Bassi, un uomo nella campagna danese ha scoperto una scorta di oro di 1.500 anni con un metal detector . Il tesoro comprende monete e medaglioni dell’Impero Romano.

Il terzo diamante più grande del mondo è stato scoperto anche in una miniera in Botswana a giugno di quest’anno. La gemma è stata scoperta come una joint venture tra Debswana Diamond Company e De Beer di Anglo American.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Categorie