Questo futuristico grattacielo di 70 piani potrebbe presto diventare la seconda torre più alta dell’Africa

Zanzibar ha recentemente annunciato l’intenzione di costruire il grattacielo più alto dell’Africa subsahariana al largo della costa occidentale del famoso arcipelago della Tanzania . Una volta completato, sarà anche il più grande hotel dell’Africa orientale e centrale. Sì, è giusto!


Chiamata la ” torre commerciale del domino di Zanzibar “, l’imponente sviluppo a uso misto di 370.000 mq si ispira alla forma dei domino impilati ed è composto da 360 “chiavi” che salgono verso una piattaforma di osservazione nella parte superiore.


La torre da 1,3 miliardi di dollari (progettata da xCassia) conterrà “hotel di lusso”, 560 appartamenti, un campo da golf, una cappella per matrimoni e un porto turistico alla base per yacht e navi da crociera. Mudrik Ramadhan Soraga, ministro del lavoro, dell’economia e degli investimenti di Zanzibar, ha dichiarato che il progetto rafforzerà “gli sforzi del governo nell’invitare più investitori locali e stranieri nelle isole”.


Commentando ulteriormente su di esso, Jean-Paul Cassia, fondatore dell’omonima ditta-xCassia, ha dichiarato: “Sbozzato per la prima volta a Parigi nel 2009 dopo che il mio defunto padre, due figli e io abbiamo giocato a domino, ho sognato di realizzare questo progetto per oltre una decade.”


Ha inoltre aggiunto: “Aveva tutte le caratteristiche di un’icona che chiunque potesse ricordare… Tutto ciò che mancava era l’investitore visionario e il sito giusti per realizzarlo”. Allo stesso modo, durante la cerimonia della firma tra AICL Group, Edinburgh Crowland Management e xCassia, CEO di Crowland Management Ltd, il Dr. Emmanuel Umoh ha anche menzionato: “L’edificio che si chiamerà Zanzibar Domino Commercial Tower dovrebbe essere una delle caratteristiche iconiche internazionali , facilitando il turismo, la cultura e le opportunità di business”.


Attualmente, l’edificio più alto del continente in uso è il Leonardo di 55 piani a Sandton, Johannesburg.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Categorie