ALEXANDER NEVSKIJ COME NON LO AVETE MAI VISTO. L’EROE RUSSO RIVIVE GRAZIE ALL’INCONTRO TRA STORIA E TECNOLOGIA

Mondo – Una schiera di soldati russi avanza in abiti da guerra mentre la Battaglia del lago ghiacciato ci riporta al 5 aprile 1242, accerchiati tra le truppe del Principato di Novgorod e le forze crociate della Livonia, per travolgerci tra schermi a LED e superfici specchianti, in un accattivante scintillio di elmi.
A brillare su tutti, la figura statuaria di Alexander Nevskij, il leggendario eroe russo ricordato per le epiche gesta militari e celebrato oggi, a 801 anni dalla nascita, avvenuta il il 30 maggio 1220, grazie a un cunnubio spettacolare tra storia e tecnologia all’avanguardia.

Le imprese del santo patrono dell’esercito russo prendono vita grazie allo zampino di Balich Wonder Studio e Vision Factory, ideatori della mostra Alexander Nevskij – Il destino della Russia, in corso fino al 10 dicembre presso la sede di ‘Russia – My History’ di Ekaterinburg, un approfondimento inedito su un importante capitolo della storia russa attraverso la vita e le opere di uno dei suoi più venerati paladini

Allestimento della mostra Alexander Nevskij – Il destino della Russia presso la sede di “Russia – My History” di Ekaterinburg | Courtesy Balich Wonder Studio

Un viaggio full immersive, che coniuga realtà virtuale, ologrammi, videomapping, cinema 5D, realtà aumentata, accompagna i visitatori nella vita e nelle imprese di colui che, muovendosi a cavallo tra religione e storia politica, ha contribuito al consolidamento della Nazione e della religione ortodossa. Tuffandosi tra avvincenti esperienze immersive e interattive, i visitatori sono invitati a percorrere i momenti più salienti della vita del principe di Novgorod incaricato di difendere le terre del nord-ovest russo dagli svedesi e dai tedeschi del Baltico.
Era il 15 luglio del 1240 quando sconfisse l’esercito svedese appena sbarcato alla confluenza dei fiumi Neva e Ižora, ottenendo il soprannome “Nevskij”, cioè “relativo alla Neva”, dopo averne stroncato sul nascere, nell’omonima battaglia sul fiume, il tentativo di invasione su vasta scala della Russia.

In questo viaggio alla scoperta della vita dell’eroe, il pubblico sbarca a Pereslavl, il paese natale, per seguire l’educazione giovanile di Nevskij all’arte della guerra e partecipare alla prima grande vittoria nella battaglia del fiume Neva, condensata in mostra in un cubo olografico con una proiezione su tre livelli di contenuti. La figura di Alexander Nevskij, con le sue doti diplomatiche, trapela infine dall’installazione statuaria che riproduce la visita al fondatore dell’Orda D’oro Batu Khan.


Allestimento della mostra Alexander Nevskij – Il destino della Russia presso la sede di “Russia – My History” di Ekaterinburg | Courtesy Balich Wonder Studio

Il legame dell’eroe russo con la chiesa ortodossa e il tributo che la stessa gli ha riconosciuto dedicandogli oltre un migliaio di chiese si fa largo invece nell’ultima sala della mostra. Undici di questi edifici, tra i più suggestivi e rappresentativi al mondo, accolgono il pubblico attraverso un’installazione responsive con proiezione a parete.

“Questa mostra – spiega Carolina Dotti, board vice president, director della Business Unit Events e brand experiences di Balich Wonder Studio – conferma la dimensione internazionale della nostra Business Unit che si sta aprendo con maggiore frequenza a progetti esteri e a un settore specifico e sfidante, come quello delle exhibition, settore che necessita, per potersi rinnovare , di molte delle skill maturate dalla produzione di eventi e spettacoli. Guardiamo con orgoglio al risultato ottenuto: una mostra in cui tecnologia e storia dialogano insieme per offrire al visitatore un’esperienza unica ed indimenticabile”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Categorie