FENDI FALLWINTER 2021

In un videoclip, con il director’s cut di Nico Vascellari, assistiamo a un susseguirsi di divise pensate per l’uomo di oggi, un perfetto multi-tasker: tra riunioni davanti al pc, uscite fugaci, incontri di lavoro, attività sportive con poco contatto umano. Una surreale normalità che rende necessario un look elastico e polivalente. Un maglione con i lmebi della sciarpa, da indossare in casa e fuori, le giacche o i piumini vestaglia, che avvolgono, coccolano e proteggono. Il new-normal è fatto di tessuti morbidi al tatto, silhouette funzionali, capi modulari, in una palette di colori sobri e neutri: giacche e cappotti che occasionalmente rivelano la costruzione attraverso aperture o sono completamente reversibili; giacche-camicia, maglie componibili; camicie pigiama, pantaloni di maglia; bermuda trapuntati.

In mezzo a quest’ode alla normalità spicca la collaborazione con l’artista Noel Fielding, i cui scarabocchi aggiungono un tocco di spensieratezza, per non prendersi troppo sul serio. I suoi scarabocchi indecifrabili – è un animale o una linea, un umano o una macchia di colore? – si fanno stampe, intarsi su montone e pelliccia, conducendo progressivamente ad una esplosione energetica e vitaminica di colori e volumi: imbottiti, trapuntati e coloratissimi, vestaglie, pigiama e anorak di seta tecnica con il piping, come fossero loungewear, preparano per una camminata in salotto. Luce, oscurità e cromoterapia, con i total look blue oltremare e purple acceso. Gli accessori strizzano l’occhio al mondo dei viaggi, con l’augurio che potremmo presto tornare a lasciare le nostre case, armati di borracce, mini-bauli, baguette, zaini-trolley, pantofole-scarpe. Perché mai come ora abbiamo capito l’importanza dell’essenzialità e che forse non abbiamo bisogno di appensantirci ma semmai di alleggerirci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Categorie