Estelle Tcha trasforma le giacche vintage Dior in una tela surrealista

 

Lo shopping d’archivio non potrebbe essere più popolare di quanto lo sia oggi. Nella sua forma più superficiale, lo shopping d’archivio si riferisce al possesso di un capo di abbigliamento firmato estremamente raro, mentre nella sua forma più ossessiva, si riferisce all’atto di raccogliere, ricercare e rivendere i pezzi più ambiti per puro amore e forse un po ‘ un po ‘di superiorità. Idealmente, gli appassionati di archivi cercano gli articoli nelle loro migliori condizioni e nella forma più autentica, proiettando una chiara luce in bianco e nero su ciò che rimane prezioso e su ciò che è stato poi distrutto.

Da qualche parte nel mezzo di tutto ciò, si trova il lavoro di Estelle Tcha. Attualmente residente a Seoul, in Corea, questo artista è un pittore di formazione classica della stimata School of Museum of Fine Arts di Tufts a Boston. Avendo studiato anche corsi di fashion design alla Parsons di New York e alla Central Saint Martins di Londra, Estelle Tcha si è fatta un nome distinto nel settore della moda d’archivio.

Utilizzando i pezzi vintage di Dior e Levi’s come tela bianca, Estelle Tcha ha creato il suo marchio di capi unici, soprannominato ” Eee “. Applicando indiscriminatamente la sua arte surrealista sul retro dei blazer Dior in nero, rosa caldo e pied de poule, Estelle Tcha crea giacche con tele ritagliate a tema astrologico, che si adattano con un materiale simile al velcro che consente ai clienti la libertà di design intercambiabili.

Il suo marchio, che mira a sfumare ulteriormente i confini tra moda e arte, gioca attivamente sulla fissazione dell’astrologia tra la vita e la morte, che descrive attraverso i granchi che fumano sigarette e gli scorpioni. Non ci sono incidenti nel marchio di Estelle Tcha, dimostrando il suo amore e il suo desiderio di rendere l’astrologia più accessibile alle masse, il lavoro della designer celebra anche il suo amore per le iconiche silhouette di Dior New Look degli anni ’50.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Categorie