Parigi inizierà le prove del taxi volante elettrico dal prossimo anno per prepararsi alle Olimpiadi del 2024

 Parigi inizierà a testare i taxi volanti già a giugno del 2021 in preparazione delle Olimpiadi estive del 2024. Una serie di test operativi inizieranno il prossimo giugno e si svolgeranno presso l’aeroporto di Pontoise-Cormeilles-en-Vexin, situato a 90 minuti in auto a nord-ovest della capitale. L’annuncio è stato dato congiuntamente dalla regione Ile-de-France, dall’operatore aeroportuale Groupe ADP e dall’agenzia di trasporto pubblico RATP, che hanno collaborato per introdurre il servizio a Parigi.

La start-up tedesca Volocopter è stata scelta per fornire veicoli volanti completamente elettrici per l’esperimento. Il veicolo simile a un drone si chiama VoloCity e afferma di essere il primo taxi aereo commercialmente certificato al mondo. Se il nome Volocopter suona familiare, è perché la compagnia tedesca ha annunciato prove simili con la città di Dubai nel 2017 ed è fiduciosa che i suoi taxi volanti completeranno presto i percorsi e inizieranno le operazioni commerciali nei prossimi due o tre anni. La società ha anche raccolto $ 55 milioni di finanziamenti per VoloCity guidato dalla cinese Geely Holding, uno dei più grandi conglomerati automobilistici che possiede marchi automobilistici come Volvo, Lotus e Proton.


L’amministratore delegato di Volocopter Florian Reuter ha detto ai giornalisti che se questi test andranno come sperato, le autorità regionali di Parigi sperano di avere un prototipo pronto per i voli dimostrativi durante le Olimpiadi di Parigi nel 2024. Il presidente regionale dell’Ile-de-France Valérie Pécresse, d’altra parte, ha avuto un altro cronologia pratica e ha detto che tutto dipende dal fatto che la dimostrazione del 2024 vada bene. “Se sì, entro il 2030, potremo industrializzare il prodotto. Dopodiché, deve essere accettabile, deve essere completamente al sicuro e i viaggiatori devono sentirsi sicuri “, ha detto il politico francese. Il capo dell’autorità di trasporto regionale Catherine Guillouard ha notato che esiste anche un quadro normativo che deve essere considerato con corridoi di volo e punti di atterraggio stabiliti. Il taxi volante VoloCity è dotato di nove batterie elettriche che alimentano un totale di 18 motori. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Categorie