Le mete ideali per staccare la spina durante il weekend

Grand Hotel Tremezzo – Como

Il Grand Hotel Tremezzo è un hotel storico situato sul lago di Como che inizia la sua storia 1910, nel cuore della Belle Epoque. Un luogo incantevole, con una spettacolare vista panoramica su Bellagio, la Riviera delle Azalee e sulle splendide vette rocciose delle Grigne. La riapertura post lockdown, avvenuta lo scorso 26 giugno, prevede 30 delle 90 camere disponibili, un numero che consentirà agli ospiti di godere più che mai del Palace e di tutti i suoi servizi, per una vacanza speciale. L’offerta propone ben cinque ristoranti e bar, tre piscine, la T Spa operativa per massaggi e trattamenti e tutta la magia di sempre. E poi il rinnovato T Beach, con la sua inimitabile spiaggia che si apre al lago nei colori emblematici dell’hotel davanti a panorami mozzafiato.

 

1 / 2

Tenuta Le Tre Virtù – Resort nel Mugello

La Tenuta Le Tre Virtù si trova inserita in un’atmosfera magica, dove il tempo rimane sospeso tra prato e cielo. Questo resort di classe sorge nel parco naturale del Mugello, a solo mezz’ora dal centro di Firenze e vicino all’autodromo “Mugello Circuit”. Varcando il cancello potrete scoprire l’agriturismo, classificato 5 spighe, che possiede un edificio principale composto dalla reception, il ristorante Virtuoso Gourmet e dalle sette suite, ognuna diversa dall’altra nell’arredamento, nei colori al loro interno e nelle profumazioni selezionate con cura dalla proprietà, per esaltare l’esperienza del soggiorno. Questa location è perfetta per un one day out di coppia, un matrimonio intimo ed elegante oppure un weekend in esclusiva tra amici.

 

Park Hotel Mignon – Merano

Il lussuoso hotel a 5 stelle, situato nel cuore della città di Merano, si trova a soli 5 minuti dal centro ed è immerso in un grande parco fiorito. Fiore all’occhiello è la sua Spa: 2000 mq dedicati alla cura di sé. L’hotel offre infatti una serie di trattamenti unici, che sfruttano le diverse proprietà dei prodotti di montagna come miele, mele, uva e oli essenziali per una perfetta remise en forme. Come è noto, la mela è un’eccellenza altoatesina e potrete sfruttare tutte le sue proprietà benefiche nel pacchetto “A tutta mela”: fino al 10 ottobre, 5 o 7 giorni con 1 bagno alla mela, 1 massaggio corpo parziale e una degustazione di vini. Il 17 e il 18 ottobre, invece, sarà l’uva a trasformare Merano in una cantina a cielo aperto: due giorni all’insegna di tradizione, musica e cibo.

 

Hotel Winkler – San Lorenzo

Con 3500 m² di wellness, 6 piscine indoor e outdoor, un enorme giardino e ampi spazi comuni, l’hotel Winkler può essere considerato come il regno della tranquillità e della pace, ideale per respirare l’aria pura di montagna. Dal 1° all’8 novembre propone ai suoi ospiti un programma speciale, per ricaricare le batterie: “Restart your life” è il motto della settimana. Fra le varie attività, vi sono in programma decine di Aufguss (gettate di vapore): durante questi giorni, infatti, la grande sauna panoramica diventerà una sorta di palcoscenico, sul quale i più grandi maestri della sauna si esibiranno con rituali differenti. I diversi appuntamenti prevedono anche peeling con sali speciali di alta qualità e una camminata su pigne caldissime.

1 / 2

Bio Hotel Stanglwir – Kitzbühel

Il romantico resort a 5 stelle che racchiude al suo interno esperienze uniche, adatte a grandi e piccoli. Dotato di spazi molto ampi, consente ai propri ospiti di ritrovare la propria privacy in ogni momento della giornata. All’insegna del bio e del green, la struttura dispone di prodotti tirolesi a km 0, una vasta area wellness e una moltitudine di attività outdoor e indoor. Lo Stanglwirt ha sempre privilegiato l’aspetto green, che si traduce nell’utilizzo di solo legno e malta di calce per gli edifici e di mobili in legno. L’highlight del resort è senza dubbio la piscina salata esterna e riscaldata più grande d’Europa; inoltre, l’hotel dispone di una SPA che si affaccia sui monti del Kaiser e propone numerosi trattamenti e cosmetici che portano la firma della guru della bellezza Barbara Sturm.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Categorie